Citizen Journalism e altre storie

Citizen Journalism

Oggi ho tenuto come relatore, presso Primopiano, un corso valido per la formazione dell’Odg. Sono contento di com’è andata, visto che da un certo punto in poi la giornata si è trasformata in conversazione e scambio. Se spero che la sensazione positiva non sia solo mia.

Fra le questioni citate oggi, ecco una selezione di link per approfondire, a beneficio di chi c’era e anche di chi non c’era:

Una definizione di citizen journalism, di Jay Rosen (2008)
La polemica infinita blogger vs giornalisti? Finita, nel 2005, parola sempre di Jay Rosen.
E per quanto riguarda la deontologia, se i blogger non avessero etica, i blog sarebbero “falliti” (non si intenda in senso economico, ndr), di Jay rosen (2008)
Le dieci più importanti idee del 2004, di Dave Pollard (e indovinate? Si parla di blog, fra le altre cose)
Una brutta storia dal progetto di citizen journalism di CNN, in un pezzo di Percy Lipinski
Un elenco di progetti di citizen journalism

Il Cdr del Corriere contro l’operazione YouReporter, in un comunicato pubblicato da Primaonline
I risultati dell’operazione Rcs-YouReporter analizzati su Datamediahub
Quanti click sono un flop?, sempre Datamediahub

Il nuovo giornalista? «È una information start up», slide di Robin Good per Dig.it.

Da stampare e leggere con calma: Post Industrial Journalism: adapting to the present

I Millennials e le notizia, ricerca dell’American Press Institute per sfatare un po’ di falsi miti.

Altri link per approfondire, in calce e nel corpo di questo pezzo dal titolo Il giornalismo non è morto. Ma cerca di suicidarsi online.

Naturalmente, se qualcuno dei partecipanti al corso dovesse passare da queste parti e avesse piacere di lasciare fra i commenti un parere o qualche spunto di riflessione per proseguire in maniera proficua la conversazione. Questo spazio è aperto a tutti.

About Alberto Puliafito
Alberto Puliafito è fondatore di iK Produzioni e direttore responsabile di Slow News. Ecco il suo profilo su Google+.

4 Comments

  1. Grazie Alberto, il corso è stato interessantissimo. Bella la parte sulle start up. La prossima volta qualche slide o qualche video mostrato sul maxischermo contribuirà a rendere la mattinata ancora più “multimediale”!

    Rispondi
  2. Il corso (come ti ho confermato anche personalmente, al termine) era decisamente sopra alla media delle boiate che mi è capitato di dover seguire. Assimilerei solo leggermente meno il “citizen journalism” al mondo dei “blog”, ma in ogni caso… ti segnalo il tweet che ho anche letto quando c’era la diretta Skype con l’ex co-fondatore di YouReporter: https://twitter.com/setteBIT/status/441161746796265472
    ciao

    Rispondi

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.