agosto 2015

Siamo tutti concordi nel dire che ci sono problemi nel giornalismo nostrano. Sarà lo storytelling, sarà tutto il resto. Saranno le parole inglesi capite male e usate a sproposito. Sarà tutto quel che volete. Ma anche questa roba qui, questo modo di trattare la politica da parte del giornalismo italiano,…

Nonostante il feticismo per l’oggetto cartaceo e quel luddismo che mi assale quando penso ai sostituti del libro, nonostante i miei pregiudizi, nonostante farlo mi dolga come se mi amputassi un arto da solo, devo ammettere che non mi sembra esistere alcuna differenza apprezzabile fra l’esperienza di lettura su carta…

Luca Sofri ha scritto sul suo blog un pezzo dal titolo “Il fottuto storytelling“. In questo pezzo, il direttore de Il Post dice (riassumo, con stralci, nessuno me ne voglia, si può sempre seguire il link per leggere il pezzo integralmente) che: «Le ragioni per cui la scrittura giornalistica italiana…

Tsipras si dimette e in Grecia si ostineranno a fare altre elezioni democratiche. Si andrà avanti a oltranza, finché non vincerà qualcuno che piaccia a Bce-Commissione-FMI. Ma, visto che siamo in crisi, tanto varrebbe risparmiare soldi e abolire in maniera definitiva la pantomima. La pantomima delle elezioni democratiche, intendo.

Se si cerca su Google “bocconi qualità“, il primo risultato offerto dal motore di ricerca è un pezzo di uno dei blog de Il Fatto Quotidiano del 2012. Il pezzo si intitola “Università, la finta eccellenza della Bocconi” e linka parecchie ricerche, classifiche e compagnia cantante, tutte da leggere. Il…

È vero, principe, che lei una volta ha detto che la ‘bellezza’ salverà il mondo?L’idiota, Fëdor Dostoevskij Un anno fa, mia figlia si sedette in un castello di sabbia abbandonato: rideva, guardando le torrette e i muri intorno a lei. Poco dopo arrivò un altro bimbo e distrusse a calci…

Esce il pezzo di Scanzi sul Fatto Quotidiano (sì, sempre quel giornale lì che aveva come linea editoriale la Costituzione italiana, avete presente?), con tanto di gallery fotografica di piedi. Perché, dice Scanzi, «L’Italia è vittima di un’invasione. No, non degli immigrati: delle scarpe aperte senza tacco. Un’autentica sciagura estetica»….

«Storia di un impiegato è un disco tremendo: il tentativo, clamorosamente fallito, di dare un contenuto “politico” a un impianto musicale, culturale e linguistico assolutamente tradizionale, privo di qualunque sforzo di rinnovamento e di qualunque ripensamento autocritico: la canzone Il bombarolo è un esempio magistrale di insipienza culturale e politica»….