Webinar SEO relazionale: iscriviti

Questo è il mio primo corso SEO a distanza.
Un webinar in quattro “puntate” da un’ora l’una, dalle 14 alle 15, il 5-6-12-13 settembre 2017.

Quanto costa?
Se ti prenoti fino al 24 agosto, costa 287 euro + IVA. Poi costerà 357 euro + IVA. Le lezioni saranno fruibili anche in differita. Le slide saranno a disposizione di tutti i partecipanti. Chi partecipa “in diretta” avrà la possibilità di fare domande. Veranno assegnati compiti, facoltativi.
Il webinar si terrà con un minimo di 5 partecipanti. Per iscriverti, scrivimi subito una mail.

Di cosa si parla?
Di SEO in senso evoluto. Ti racconterò alcuni casi di studio, ti mostrerò come ho ottenuto risultati concreti, ti guiderò nella scelta di una strategia SEO efficace e integrata in una più ampia strategia di comunicazione e ti darò le basi per iniziare a lavorare in autonomia.

A chi interessa?
A tutti coloro che si occupano di contenuti sul web e vogliono essere trovati.

Che cosa ti insegno?
A capire i rudimenti della SEO, a lavorare con un occhio ai motori di ricerca e a ottenere risultati, sapendo valutare quanto tempo e quanto sforzo occorrono. A capire come ho fatto a lavorare su determinati argomenti, a conoscere il mio metodo.

Devo leggere qualcosa per iniziare?
Sarebbe meglio che ti leggessi la mia pagina sulla SEO e la guida SEO di Google.

Perché avresti qualcosa da insegnarmi?
Se vuoi puoi vedere i risultati che ho ottenuto, proprio nella mia pagina sulla SEO: puoi farti un’idea per capire se quel che so fare e ti posso spiegare ti serve o no.

Non ti sembra che costi troppo?
No. È quel che io ho pagato per farmi insegnare l’uso del Pixel di tracciamento da Jon Loomer, per esempio. E in questo corso ti mostrerò come sto lavorando, concretamente, su progetti che richiedono anche tecniche SEO.

Per esempio?
Ti farò vedere come si arriva in prima pagina su Google quando qualcuno cerca “SEO”. E come si fa per altre keyword, per altri progetti. Ti darò, insomma, un metodo che potrai applicare tutte le volte che vorrai.

Vivere di Newsletter – Il programma del workshop a Ferrara

Vivere di Newsletter - Programma del workshop

C’è ancora qualche posto per il workshop
Vivere di newsletter che tengo al Festival di Internzionale a Ferrara, il 30 settembre, 1 e 2 ottobre dalle 10 alle 13. Le iscrizioni si possono sottoscrivere inviando un’email a workshop@internazionale.it indicando nome, cognome, indirizzo, telefono e titolo del workshop (Vivere di newsletter, appunto).

Di seguito, un sunto della filosofia alla base del workshop e il programma che seguiremo. Ogni giorno verranno anche assegnati “compiti” per il giorno seguente.

Di cosa parliamo quando parliamo di newsletter? La newsletter è uno strumento giornalistico potente, che può consentire di dare ampio respiro a nuovi progetti editoriali. In un mondo in cui non si fa che parlare della crisi del giornalismo, la newsletter è uno degli strumenti da utilizzare per risolvere il problema. In questo workshop si analizza e si spiega come costruire una newsletter “di successo” e come integrarla in un ecosistema più ampio, dalla filosofia alla pratica.

Se il novecento è stato il secolo delle masse, il duemila sarà quello delle masse specializzate. Per sopravvivere in questo nuovo ecosistema, ogni giornalista deve costruirsi un pubblico, una nicchia specializzata, conquistare la sua fiducia, stabilire un rapporto diretto, onesto e senza intermediazioni editoriali. Uno strumento per farlo c’è già: la newsletter. Ma attenzione, non basta un ottimo contenitore per fare un ottimo prodotto.

– Giorno uno: La filosofia

  • L’algoritmo è il lettore
  • Se non paghi sei il prodotto
  • Newsletter: uno strumento fondamentale. Ecco perché: dati, opportunità, vantaggi
  • Disintermediazione
  • Giornalismo imprenditoriale come unica via
  • Casi di studio. Selezione accurata di Newsletter-modelli da seguire (da Ben Thompson a Slow News, da Politico ad alcune newsletter gratuite con missioni editoriali precise)
  • Il modello di business di Wolf per il giornalismo del futuro
  • Tono di voce
  • La nicchia
  • La fidelizzazione
  • Compiti

– Giorno due: Gli strumenti

  • Che cosa utilizzare
    – CMS
    – Servizi per newsletter
    – Plugin
  • Come monetizzare
    – L’economia delle soluzioni parziali
    – Il crowdfunding
    – Il sito
    – Gli abbonamenti
    – Gli eventi dal vivo
    – Il merchandising
    – Le affiliazioni
    – Altre idee
  • Compiti

– Giorno tre: La pratica

  • Progettazione e pianificazione: errori da non commettere (in tutte le fasi) e buone pratiche
  • Lancio
  • Mantenimento
  • Sviluppo
  • Crescita

Dove ci vediamo a dicembre 2015?

Alberto Puliafito Ecco gli appuntamenti in cui possiamo incontrarci a dicembre.

14 dicembre 2015, 9-18, Milano – Siti e blog giornalistici – Con Massimiliano Lanzi, Davide Mazzocco, Pier Luca Santoro. Vale 8 crediti. Costo: 100,00 + Iva. Le iscrizioni sul sito del Centrostudi Giornalismo e Comunicazione. Visto che già immagino la domanda, la risposta è: sì, si parla anche di SEO, per forza.

18 dicembre 2015, 9-18, Milano – Corso pratico di giornalismo video. Cioè, tutto quel che serve sapere e saper fare per realizzare i propri video. Con tanto di prove pratiche, ovviamente. Iscrizioni sul sito di Primopiano. Costa 90 euro + Iva, vale 8 crediti.

Giornalismo e metriche

Giornalismo e Metriche
Giornalismo e Metriche: l’importanza di misurare il nostro lavoro

Oggi ho tenuto un corso a Primopiano su giornalismo e metriche.

Il tema è molto importante, perché la misurazione del lavoro giornalistico consente di conoscere il proprio pubblico, verificare i risultati, migliorare le proprie strategie, guidarle, offrire suggerimenti, servire il proprio pubblico, innovare.

Ci sono parametri misurabili, altri che non lo sono affatto (e forse sono i più importanti). L’obiettivo dovrebbe essere, in ogni caso, capire come sfruttare le conoscenze numeriche quantitative per rendere sostenibile il proprio lavoro.

Per maneggiare agevolmente le metriche e applicarle al lavoro giornalistico, ci sono parecchi strumenti che si possono utilizzare.

Oggi, fra le altre cose, abbiamo parlato di:

– Google Analytics (ecco la guida ufficiale di Google)
– Search Console (ecco la guida ufficiale di Google)
– Adsense (ecco la guida ufficiale di Google)
– Adwords (ecco la guida ufficiale di Google)
– Facebook Insights (ecco la guida ufficiale di Facebook)
– Campagne su Facebook
– Twitter Analytics (la guida di Twitter
– Misure sulle newsletter (attraverso i report di Mailchimp)

Fatalmente, si è anche parlato di SEO e di applicazini della SEO al giornalismo.

Come al solito, è stata un’occasione per levarsi di torno un po’ di pregiudizi e di fuffa, che non guasta mai.

Giornalismo e metriche – Altri link utili

Oltre ai link proposti qui sopra alle guide ufficiali, che devono sempre essere la prima risorsa da utilizzare per approcciare un lavoro online, ecco qualche altro link ragionato

Audiweb, sito ufficiale;
10 Stats That Show Display Ad Success … When Done Right, un pezzo che sfata miti e leggende e fa riflettere sul ruolo della pubblicità online;
ma chi sono quelli di Adblock, che cosa fanno, che cosa vogliono?
Metriche e misure sul sito dell’American Press Institute
– le metriche che cambiano il modo di lavorare in redazione secondo la Columbia Journalist Review
– impatto delle metriche sul giornalismo, spiegato da Niemablab (era il 2012)
Chartbeat
55% of Visitors Spend Fewer Than 15 Seconds on Your Website. Should You Care? (era il 2014)
Attention Whitepaper di Chartbeat (2015)
Misurare il giornalismo, slide di una lezione di Pier Luca Santoro al Master in Gior­na­li­smo Scien­ti­fico della Scuola Inter­na­zio­nale Supe­riore di Studi Avan­zati di Trie­ste
Giornalismo SEO, in cui provo a spiegare perché SEO e giornalismo sono alleati.

Jeff Jarvis su Medium, tutto da leggere per le metriche “definitive” e non solo.

Il futuro della rete: SEO e Social (Bologna, 23 ottobre 2015)

La miglior pubblicità per chi fa corsi di formazione? Le opinioni di chi ha già partecipato.

Il 23 ottobre 2015, a Bologna, con Pier Luca Santoro, nuovo evento formativo.
Si parla di SEO e Social.

Il corso del 23: domande, risposte e iscrizioni

Insegnare è imparare due volte
Joseph Joubert, Pensieri, 1838
Ripetiamo insieme: la SEO non è morta, i contenuti non sono morti, i social non sono morti, ecc.
Anonimo

COSA – Il futuro della rete: SEO e Social. Giornata di formazione che fa parte dei per­corsi di for­ma­zione inte­ra­zien­dali di Trai­ning Factor[Y].

QUANDO – Il 23 ottobre 2015, per 8 ore.

DOVE – Bolo­gna (location da confermare)

CHI – I formatori? Il sottoscritto, Alberto Puliafito, direttore di Blogo.it, e Pier Luca Santoro, Con­su­lente e For­ma­tore di Mar­ke­ting e Comu­ni­ca­zione.

PERCHÉ e PER CHI – Per mana­ger, impren­di­tori, con­su­lenti e gior­na­li­sti che vogliono pro­get­tare, o miglio­rare, la visi­bi­lità dei pro­pri con­te­nuti attra­verso le tec­ni­che di search engine opti­mi­za­tion ed il social media marketing.
Perché SEO e Social sono le due leve fondamentali per il web del presente e del futuro.

COME – Nel programma della giornata, che sarà decisamente intensa, SEO e Social sviscerati con teoria e pratica: gra­zie alla for­ma­zione attiva ed al lear­ning by doing i par­te­ci­panti saranno con­cre­ta­mente messi in grado di atti­vare da subito quanto appreso durante il corso.

QUANTO COSTA? – 120 euro+IVA a partecipante. La quota comprende 8 ore di incon­tro, tutte le slide ed i mate­riali del corso e par­te­ci­pa­zione al gruppo chiuso su Face­book con mate­riali inte­gra­tivi, dati, ricer­che ed upda­tes sul tema.

ISCRIZIONI – Per le iscrizioni clicca qui.

ALTRI CORSI DEL SOTTOSCRITTO – 13 ottobre 2015, su Giornalisti imprenditori, tutti i dettagli e la pagina per l’iscrizione
16 ottobre 2015, Teorie e tecniche SEO (esaurito)

Siti e blog giornalistici: il corso a Roma #seb15

Siti e blog informazione - seb15

Con Pier Luca Santoro, Davide Mazzocco e Massimiliano Lanzi sto tenendo, come relatore, un corso a Roma – nella splendida cornice del Tempio di Adriano.

Si parla di Siti e blog (da qui l’hashtag che ho scelto ieri, #seb15, che ho deciso di inserire nelle mie slide. Acronimo e anno, perché sarà ben il caso di ripetere l’esperienza, anche più approfonditamente. Mi ha molto divertito, mentre rivedevo le slide, l’aver visto che è stato usato anche da un festival dell’erotismo spagnolo. E proprio per questo ho deciso di mantenerlo: coerente, no, visto che siamo sul web?), in particolare di siti e blog giornalistici.

E c’è molta fame di conoscenza, concretezza, praticità.

Qui, dunque – mentre uno dei miei correlatori illustra un po’ di realtà virtuose – un po’ di link [qualche contributo che ho già proposto su questo sito, li aggiornerò con altri link di bibliografia].

Contributi
Giornalisti imprenditori
Editoria e SEO
Bibliografia su Periscope
Giornalismo SEO
Il giornalismo non è morto. Ma cerca di suicidarsi online

Altri link utili
– La guida SEO di Google
The MOZ Blog, sito fondamentale per chiunque sia interessato alla SEO

#seb15