Cos’è successo oggi?

Cos’è successo oggi di importante? Grexit sì o Grexit no? La morte di Laura Antonelli? Mafia capitale? La riforma della scuola? No, niente di tutto questo.

Le immagini sono tratte dai profili “social” de Il Fatto Quotidiano, Il Mattino, La Repubblica. C’è da scommettere che a stretto giro arriveranno tutti gli altri.

(Grazie a Stefano Capasso per la segnalazione)

Like su Facebook: la necessità di revisionarli

I tuoi like su Facebook valgono, rivedili periodicamente.

Questa è la lezione che emerge dalla vicenda di Informare per resistere. La pagina Facebook in questione nasceva e veniva identificata, nei primi tempi, come una delle prime aggregatrici “anti-berlusconi”. Vicina – almeno sembrava – all’Idv, al cosiddetto Popolo viola. Ai tempi del mio lavoro sull’Aquila riprese anche alcuni miei scritti, lo ricordo bene.

Oggi è diventato altro, a dimostrazione del fatto che i movimenti “contro” qualcuno non servono a niente. E, a Roma, ha manifestato per difendere la famiglia tradizionale. Da cosa difenderla, questa famiglia, quale sia, non si sa.

Effettivamente nel tempo si era evoluta, la pagina Facebook, mostrando ogni sorta di condivisione di quelle acchiappaclick. Ma chi ci pensa, a togliere fisicamente il like?

Ebbene, oggi evidentemente togliere il like diventa un gesto importante.
Perché le pagine cui si è data approvazione potrebbero essere state vendute a terzi, perché potrebbero aver cambiato linea, perché potrebbero essere utilizzate per mostrare consenso attorno a idee ben diverse da quelle .

A molti potrà sembrare questione di lana caprina. Ma non lo è. Nell’era in cui i social network sono divenuti parte integrante delle nostre esistenze online e offline è importante, i “like” che si sono concessi sono a loro volta parte integrante dei gusti che esterniamo e hanno un valore, esattamente come hanno un valore i click che concediamo.

Editoria, giornalismo e SEO – Bibliografia #WMF15

BBC: SEO JOURNALISM
What impact is SEO having on journalists? Reports from the field
Buzzmachine
‘Public Parts’ and its public parts: In a networked world, can a book go viral?
Post Industrial Journalism: Adapting to the Present
David Carr’s Last Word on Journalism, Aimed at Students
Press Play, un corso di David Carr
The Quotable David Carr
David Carr: The News Diet Of A Media Omnivore
How Millennials Get News: Inside the habits of America’s first digital generation
Why SEO and audience tracking won’t kill journalism as we know it
Seo, alleata o nemica del giornalismo?
Il giornalismo non è morto. Ma cerca di suicidarsi online
Journalism 2025
Digital News Report
Perché un giornalismo SEO di qualità premia tutti
Giornalismo SEO

BuzzFeed News: la app seria di BuzzFeed

BuzzFeed News è stata rilasciata oggi, 18 giugno 2015. È la app per iOS “seria” di BuzzFeed. “Seria” significa che contiene notizie senza roba tipo “Le 9 montagne che somigliano a Elvis” o “Il personaggio di Games of Thrones che dovresti sposare” o “7 cose incredibili che devi fare prima di morire” o cose del genere.

Scaricata, installata e messa fra le app “in evidenza” nella mia selezione di applicazioni.

BuzzFeed, si sapeva da tempo, è entrato nel “business” delle notizie.

E l’esistenza di questa app dimostra, a mio modo di vedere, una sola cosa. Che aveva ragione David Carr, quando diceva che questa è un’età dell’oro per il giornalismo.

Certo, bisogna saper guardare oltre per accorgersene. Carr sapeva farlo. A guardar l’ombelico della realtà italiana verrebbe solo da disperare, a dire il vero. Eppure voglio essere ottimista e pensare che ci sia un futuro, per questa professione, che va ben oltre il click baiting e il modello di editoria statico e monolitico che oggi tutti propongono copiandosi l’un l’altro, senza coraggio e senza visione sul medio e lungo periodo.

Forse ci vuole l’app di BuzzFeed per svegliarsi un po’. Forse alla realtà italiana non servirà nemmeno quella. Ma è solo questione di tempo.

La storia di questa app (sì, arriverà anche per Android), BuzzFeed la racconta qui. La notizia è che persino a BuzzFeed si sono accorti che i giovani vogliono “sapere” e che il mondo delle notizie non è affatto morto.

Buzzfeed News App

SEO, giornalismo, editoria @ilfestival #wmf15: avete domande?

SEO, giornalismo, editoria. Sono questi i macrotemi di cui parlerò nel mio intervento al Web Marketing Festival.

Editoria e SEO: i passi importanti per un giornalismo di successo. Ovvero: come ho imparato ad amare la SEO e vivere felice.

In questi giorni sono al lavoro sull’intervento, per renderlo quanto più interessante possibile, e per curarlo nei minimi dettagli.

Ora, visto che potrebbe essere interessante sviluppare le domande e risposte in maniera un po’ più interattiva del solito, questo spazio è aperto fino al giorno prima dell’incontro. Se qualcuno di coloro che pensa di partecipare o anche solo di vedersi, in seguito, il video, ha voglia di lasciare qui qualche domanda.

Chiaramente, prima lascerete qualche domanda più facile è che lo sviluppo delle risposte venga inserito nella presentazione in maniera organica.

SEO E GIORNALISMO